Olio essenziale di Mirra

Sei qui: Home-> Oli Essenziali -> Olio essenziale di Mirra
Scheda tecnica: olio essenziale di Mirra (Commiphora myrrha)


NOME BOTANICO: Commiphora myrrha
ESTRAZIONE: dalla resina
PROCESSO: distillazione in corrente di vapore dalla resina
PROVENIENZA: Egitto, Somalia, Etiopia, Yemen


Livello di sicurezza dell'olio essenziale di Mirra: ad alta concentrazione può avere effetti tossici. Non usare in gravidanza.

 

Utilizzi nel diffusore: l'olio essenziale di Mirra indicato per il trattamento delle patologie respiratorie, dove riduce la produzione di muco svolgendo un'azione antinfiammatoria. Favorisce la meditazione.

 

Azioni dell'olio essenziale di Mirra: antinfiammatorio, cicatrizzante, antinfettivo, antivirale, balsamico, espettorante, sedativo, modulatore ormonale.
[Luciano Cognola - I segreti della Nuova Aromaterapia - Edizioni Sì]

 

Principali indicazioni dell'olio essenziale di Mirra: ferite, ulcere, afte, gengivite, micosi cutanee, tosse, bronchite, malattie da raffreddamento, amenorrea, diarrea.
[Francesco Padrini - Il grande libro del massaggio con gli oli essenziali- De Vecchi Edizioni]

 

 

 

 

Scarica subito la Rivista sull'olio essenziale di MIRRA:

 

Per maggiori indicazioni su come usare l'olio essenziale di Mirra,
acquista subito la sua scheda dedicata e troverai 3 pagine ricche di contenuti, indicazioni d'uso e facili ricette per utilizzarlo nella tua vista di tutti i giorni.

Se non hai una carta di credito mandami una email a donata@ilfilorosso.com
e ti invierò tutti i dettagli di come puoi pagare altrimenti.

Scheda Olio Essenziale:


Effettuato il pagamento ti spediro la scheda via email entro, al più tardi, il giorno successivo.
Per qualsiasi informazione, scrivimi, sarò ben felice di riponderti donata@ilfilorosso.com

La Forza della Gratitudine
Ecco qualcuno che si considera molto infelice e viene a spiegarmi perché.
Gli chiedo:
“Ha ringraziato oggi?
- Ringraziato…? Ma chi? E perché?
- Può camminare? Può respirare? – Sì.
- Ha fatto colazione? – Sì.
- E può aprire la bocca per parlare? – Sì.
- Ebbene, ringrazia.
Ci sono persone che non possono né camminare né mangiare né aprire la bocca. Lei è infelice perché non ha mai pensato a ringraziare. Per cambiare il suo stato, dovrebbe anzitutto riconoscere che nulla è più meraviglioso del fatto di essere vivi, di poter camminare, guardare, parlare”.
Gli esseri umani avrebbero migliaia di ragioni per ringraziare, ma non le vedono. Sono ingrati. Ecco perché il Cielo li fa passare attraverso varie prove: semplicemente per insegnare loro ad essere finalmente riconoscenti. 
Omraam Mikhael Aivanhov