40 oli per 40 giorni

Altro giorno di 40 oli essenziali per 40 giorni 🙂 <3
Siamo al 39° giorno, all’olio essenziale di Alloro (Laurus nobilis)

 

Olio essenziale di Alloro – 39

Conosciuto in tutta l’europa per le sue qualità in cucina. Pochi alberi hanno un passato tanto glorioso e una connessione così stretta con il divino, racconta la mitologia greca che Apollo colpito con una delle frecce di Eros, venne travolto da una grande passione per la bellissima ninfa Dafne. Lei sgomenta da tanto ardore, scappò nei boschi e chiese a madre Terra di salvarla, venne così tramutata in un leggiadro e forte albero: il lauro. La passione di Apollo diventò amore e rimpianto e il Dio colse alcune fronde per intrecciarsele intorno alla lira, alla faretra e al capo. Così l’alloro, in greco “dafne”, venne piantato vicino ai templi per purificare corpo e spirito.

L’alloro è un albero sempreverde che raggiunge l’altezza di 20 metri, con lucenti foglie di color verde scuro e bacche nere, spesso viene piantato come arbusto ornamentale. L’olio essenziale viene estratto per corrente di vapore dalle foglie essiccate e dai rametti, viene anche prodotto in quantità limitate un olio dalle bacche. Ha un profumo fresco, forte, speziato, si miscela bene con gli oli essenziali di cipresso, ginepro, lavanda e con gli oli agrumati.

 

Applicazioni

  • Tonifica l’organismo e rinforza il sistema immunitario, indicato per raffreddori, influenze, infezioni varie; in diffusione nell’ambiente, massaggi;
  • Stimolante delle funzioni gastriche, indicato per inappetenza, flatulenza e tutte le alterazioni delle funzioni digestive dello stomaco; massaggio dell’area;
  • Dolori muscolari o articolari, artrite, reumatismi; massaggio dell’area o impacchi caldi;
  • Mestruazioni scarse; 1 goccia in un cucchiaio di olio vegetale e massaggio del basso addome;
  • Rinforzante per i capelli e per prevenirne la caduta; frizionare con regolarità il cuoio capelluto con 1 goccia di olio essenziale di alloro e di rosmarino in un cucchiaio di olio di cocco.

 

Avvertenze: atossico, se usato esternamente e a bassi dosaggi, può causare irritazioni. Evitare in gravidanza.

 

 

Immagine: Creative Commons by Sten Porse