Ricette

Parlo sempre di come gli oli essenziali siano dei nostri amici, di come possono darci molto e che in situazioni di crisi possono essere di aiuto, non a risolvere la situazione in se stessa, ma ad affrontarla al meglio delle nostre capacità e forze. Ancora una volta l’ho sperimentato qualche settimana fa e continuo a sperimentarlo ogni giorno in questo periodo così intenso per la mia famiglia.

Mia Madre, la mia forte mammetta <3 🙂  è stata investita da un auto per le vie di Milano. L’auto era in piena accellerata quando ha preso di muso la mamma, e visto il volo che ha fatto continuo a pensare che è andata alla grande, che un angelo l’ha protetta. Solo un piccolo osso del bacino rotto e la quasi immobilità per più di un mese. Ok un mese a letto, ok diversi ematomi essendo stata sbalzata in aria e poi sull’asfalto, ma niente perdita di conoscenza, nessun altro osso rotto, null’altro apparte quel ossicino. Si, c’era un angelo <3

Mia madre è qualche anno che si occupa di Papà che ha bisogno di assistenza continua e non è più autosufficiente. Per cui la situazione in famiglia era già ‘intensa’. Chiaramente il suo incidente ha sconvolto quel delicato equilibrio.

Ho iniziato ad usare gli oli essenziali da quando l’ho raggiunta al pronto soccorso, qualche goccia della mitica lavanda su un fazzoletto che le ho dato e che ha annusato e voluto per tutto il periodo in cui si è stata in ospedale. Olio essenziale di lavanda vera, distillato con passione e amore sulle colline liguri, per farle affrontare lo stress, la paura e l”ansia dell’incidente e del momento.

In questo giorni ho ritrovato questa meravigliosa frase di una grande aromaterapeuta, Valerie Worwood, che descrive meravigliosamente l’azione dell’olio essenziale di Lavanda:

Olio essenziale di Lavanda un supporto delicato per la guarigione dal dolore
“Quando una tristezza profonda ricopre lo spirito come una coperta soffocante, la lavanda ne alleggerisce delicatamente il peso. Quando le lacrime interne escono a fiotti, la lavanda le asciuga. Quando la depressione oscura la psiche, la lavanda la sbriciola a pezzetti. E per quelli che hanno preoccupazioni che turbano lo spirito, la lavanda porta via il velo della disperazione.”

Per me invece olio essenziale di Tea tree perché nei momenti di bisogno, quando occorre essere concentrati e sul pezzo (come dicono a Milano) è un valido supporto e in più è ottimo per schermare un po’ di energie non proprio positive del posto in cui eravamo. Senza contare che alza anche le difese immunitarie.

Nei giorni a seguire, ho continuato ad usare gli oli essenziali e continuiamo a farlo. Nella camera di mio padre, per tranquillizzarlo e rasserenarlo vista la situazione che è completamente cambiata per lui e nella camera di mamma per darle conforto in questo momento di forte stress e per sollevarla dalla depressione di non potere far nulla per papà e la paura che nulla torni più come prima.

Gli oli essenziali che sto usando in diffusione sono gli agrumati, per cui arancio dolce, bergamotto, mandarino, limone e petit grain, ma nei casi di forte stress e visione negativa neroli e rosa (con roll on) e naturalmente la meravigliosa lavanda. Li uso in diffusione in tutte le stanze dove soggiorniamo, li uso in roll on con miscele fatte ad hoc e nelle notti più difficili sotto il cuscino c’era la boccetta di lavanda da usare quando non riesce più a prendere sonno.

<3 🙂 Donata

 

Per approfondire: