Ricette

Riprendiamo a viaggiare, anche solo per qualche giorno e magari stando più vicini, ma il bello è riprendere a farlo.

Gli oli essenziali sono sempre stati miei “compagni di viaggio” sia che si trattasse di vacanze che di lavoro, gli oli essenziali sono una parte importante della mia vita, come potrei non portarli con me 😉

Ecco quali porto e come …

Quali oli essenziali portare?

  • LAVANDA VERA, sicuramente non potrei vivere senza! un olio essenziale dai mille usi, perfetto anche per il kit da viaggio.
    Indicata per ferite, abrasioni, lividi, irritazioni della pelle e scottature solari. L’olio essenziale di lavanda migliora il sonno e aiuta a calmare i bambini sovreccitati, un paio di gocce sul cuscino in modo da respirarne l’aroma calmante aiuta grandi e piccini per un buon sonno. Perfetto anche per i voli in aereo se soffriamo di ansia ed è indicato per riposare la notte se soffriamo di jet leg.
  • MENTA PIPERITA:,migliora la concentrazione e la chiarezza mentale, è eccellente per portare chiarezza nei momenti di stress.
    Indicato per tutti i casi di nausea da mal d’auto, di aereo e nave, basta annusarle qualche goccia da un fazzoletto anche di carta. Per problemi digestivi 1/2 gocce di menta piperita diluita in olio vegetale e massaggiare sullo stomaco. Per raffreddore e influenza poche gocce di menta piperita e tea tree in una ciotola con acqua calda, avvicinare il viso al vapore e coprire il capo con un asciugamano e il sollievo è immediato! Poche gocce con gel di aloe freddo ed è ottimo per raffreddare un corpo accaldato o come coccola alle gambe affaticate.
  • TEA TREE O ALBERO DEL TE’, ottimo per lenire punture di insetti, scottature solari, è un potente antisettico e antimicrobico e agisce come un efficace repellente per insetti. Come antibiotico naturale è ottimo per sciacqui in bocca per le afte. 1/2 gocce con un po’ di gel di aloe ed ecco un ottimo disinfettante per le mani, che oltre che disinfettare andrà a nutrire la pelle.
    INCENSO, un altro olio essenziale dalle mille virtù. Grazie alla sua profonda azione di rinnovamento cellulare è di aiuto per la pelle secca e screpolata. Particolarmente indicato come olio essenziali post scottature solari (da miscelare con un olio vettore o gel di aloe e da passare delicatamente sulla pelle). Inoltre annusato allevia lo stress, il mal di testa e l’affaticamento ed è un ottimo come supporto al sistema immunitario. 
  • EUCALIPTO, ottimo contro colpi d’aria o raffreddori, da usare in un diffusore o al bisogno alcune gocce su un fazzoletto di carta ed annusare..
  • OLI AGRUMATI:
    Oli essenziali diARANCIO DOLCE o AMARO (dipende dal gusto personale, l’aroma di arancio amaro è più particolare, più sfaccettato 🙂
    POMPELMO, antistress e rilassante;
    LIMONE, eccellente per profumare per ambienti, un aiuto quando ci troviamo in stanze che sanno di chiuso o di altro… Basta mettere qualche goccia di olio essenziale di limone un flacone spray è spruzzare nell’ambiente, donerà un piacevole profumo alla stanza, senza contare che è un potente antimicrobico, per cui di solito passo anche il bagno.

Negli ultimi anni mi sono organizzata preparandomi delle miscele in roll on già pronte all’uso per gli usi più comuni in viaggio: Ricette per roll on da viaggio

Come usarli?

  1. Diffondere o non diffondere?
    Se faccio un viaggio in macchina allora cercherò di far stare in valigia un diffusore ad ultrasuoni dal formato ridotto, o magari il diffusore senza fili così me lo posso portare anche all’aria aperta. Se il viaggio è in aereo e il bagaglio è ristretto, chiaramente lascio a casa il diffusore, userò gli oli essenziali in altri modi 🙂
  2. Non dimenticare gli oli vegetali
    Gli oli essenziali per essere usati devono essere diluiti in oli vegetali meglio se bio e spremuti a freddo o in acque aromatiche per spray profumati e nella stagione calda in gel di aloe puro al 98%. Con me porto sempre una boccetta da 50 ml o meno di un olio vegetale, di solito olio di jojoba, perfetto per tutti i tipi di pelle e se è estate non manca il gel di aloe, che arrivata cerco di tenere al fresco anche nei frighetti delle camere di albergo, per potermelo spalmare addosso con qualche goccia di olio essenziale per un dopo sole rinfrescante. Una vera goduria!
  3. Per comodità nel mio kit da viaggio ci sono sempre roll on già pronti, come questi

Controlla sempre le informazioni di sicurezza di ogni oli essenziale prima di utilizzarlo, e ricordati di non applicarli mai oli essenziali puri, ma di diluirli sempre prima dell’uso in oli vegetali, gel di aloe o burri. Se è un olio essenziale che non hai mai usato, fai una semplice prova di sensibilità.
Per maggiori info: Oli essenziali – Precauzioni

C’è qualcosa di speciale in te. C’è qualcosa per cui sei nato. C’è una Vita che devi vivere. C’è un Viaggio che devi compiere.
Rhonda Byrne – Hero

Come trasporto i miei oli essenziali in aereo

Metto tutti gli oli essenziali che ho deciso di portare con me in vacanza in un sacchettino trasparente con la zip. In aereo è permesso portare un sacchetto con massimo di 1 litro e le boccette non devono essere superiori a 100 ml. I liquidi devono essere inseriti in una busta o sacchetto di plastica trasparente e richiudibile con cerniera o zip. Attenzione, però, se hai un contenitore che può contenere più di 100 ml, ma è pieno anche solo di un quarto, potrebbero buttartelo. Al momento dei controlli del bagaglio, prima di accedere alla zona del duty free, basterà estrarre e mostrare il sacchetto agli addetti della sicurezza aeroportuale.

Chiaramente gli oli essenziali passano attraverso i controlli con i raggi X, e anche se la frequenza di alcuni oli essenziali può esserne influenzata, essi si normalizzeranno nel tempo. Puoi anche accelerare il processo facendo rotolare le bottigliette tra i palmi caldi delle mani.

Perchè porto sempre con me gli oli essenziali?

In parte perché preferisco per ogni evenienza averli sempre con me, e poi scaramanticamente se dovessero smarrirmi il bagaglio, so che gli oli essenziali sarebbero tra gli oggetti che mi mancherebbero di più e che farei più fatica a ricomprare. Nella valigia in stiva è vero che non devo preoccuparmi del quantitativo dei liquidi, ma di solito il bagaglio che va in stiva passa attraverso un sistema di raggi X più potente (fonte), altro motivo per cui preferisco tenerli con me.  

Un altro motivo per cui li tengo con me in borsa, è perché mi capita di usarli, anzi mi risultano utilissimi durante i viaggi: 

  • Agitazione, anche nei vicini di volo, 1/2 gocce di Lavanda vera sui palmi della mano e tutto diventa più tranquillo;
  • Sarà l’aria condizionata, ma respirare aria in una scatola con centinaia di estranei, alcuni che tossiscono e starnutano, con 1/2 gocce di limone o eucalipto su un fazzolettino di carta e il mio sistema immunitario sento che ringrazia!
  • Senza contare che menta piperita ed eucalipto miscelati con un olio vettore da applicare la mattina sul corpo è un aiuto per il jet-lag;
  • Invece qualche goccia di la lavanda vera sul cuscino aiuterà il mio corpo al nuovo fuso orario o semplicemente a dormire in una nuova stanza.

Buon viaggio! 🙂 <3

Donata

Questo articolo è stato pubblicato il 10 luglio 2018 e poi revisionato.

Quando si tratta di oli essenziali, la qualità è importante!

Che si usino gli oli essenziali per via topica (massaggi, applicazioni locali) o in un diffusore per l’ambiente, è assolutamente importante che gli oli essenziali utilizzati siano puri al 100% e che non siano stati adulterati in tutte le fasi del processo, dall’estrazione al processo di produzione.

Shop de ilFiloRosso

Le informazioni contenute in questo sito hanno solo scopi informativi. In nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o il rapporto diretto con i propri professionisti della salute di riferimento.

Per approfondire

Corsi di Aromaterapia

Può interessarti anche: