Ricette

Gli oli essenziali distillati dalle resine, come mirra e incenso, amano proteggere la pelle! In effetti questa è la loro funzione nelle piante che li producono, se un ramo di albero di mirra o incenso viene ‘ferito’, l’albero produrrà la resina per aiutare la ferita a guarire.

Oli essenziali di incenso e mirra, come tutte le resine, hanno una particolare affinità con le problematiche della pelle e delle mucose e sono particolarmente indicati per nutrire la pelle giorno dopo giorno, per proteggerla dai danni atmosferici (freddo e vento) e per aiutarla a rigenerarsi.

 

Ricetta per la pelle del viso con oli essenziali di incenso e mirra

Ingredienti
:

  • 60 gr di burro di Karité
  • 50 gr di olio di Jojoba
  • 2 cucchiaini di amido di riso – opzionale
    (si usa per fare il bagnetto ai bambini, lo si trova facilmente nei negozi bio. Da comprare in polvere non in granuli da macinare, perché anche se si possono tritare risulta veramente difficile ottenere una polvere impalpabile, ma al contrario si rischia di ottenere una polvere non perfettamente sminuzzata che poi usata sulla pelle farà l’effetto di fastidioso scrub.)
  • 20 gocce di olio essenziale Incenso
  • 20 gocce di olio essenziale Mirra

 

L’olio essenziale di Incenso dona elasticità e freschezza alla pelle, proteggendola dalla formazione di rughe, rigenerando e rafforzando i tessuti connettivi.
Ottimo astringente che previene la formazione dei segno del tempo e riduce gli inestetismi causati da acne e cicatrici.

L’olio essenziale di Mirra è indicato per i disturbi della pelle come psoriasi ed eczemi e per tutti i traumi e le lesioni della cute; dalle scottature solari alle reazioni infiammatorie da depilazione o rasatura.

 

Procedimento per ricetta

  1. Prima di iniziare pulisco tutto ciò che userò ( contenitori, barattori, spatole, etc) con alcool alimentare a 95% VOL, quello che si usa per i liquori fatti in casa, o le ciliege sotto spirito) in modo da non avere brutte sorprese 🙂
  2. Metto il burro di karité in una ciotola di vetro e lo faccio sciogliere a bagno maria, poi lo sposto dal fuoco e aggiungo l’olio vettore e mescolo;
  3. Ripondo in frigorifero fino a che non compare un bordo addensato sulla superficie, ca 20 min se sono in estate e 5 se è inverno;
  4. Tolgo dal frigo e frullo il composto, frullo e frullo fino ad ottenere una consistenza cremosa, da crema ricca e pannosa;
  5. Rimetto in frigo per altri 3/5 min, tolgo e rifrullo;
  6. A questo punto aggiungo l’amido di riso e gli oli essenziali, e mescolo ancora;
  7. Ancora una volta in frigo per 1 min, lo ritolgo e rifrullo per l’ultima volta e lo metto nei contenitori.

Ottengo così una crema soffice che si solidificherà un po’ nel vasetto, per usarla basta prenderne una piccola quantità e riscaldarla tra i palmi e poi applicarla sul viso. Personalmente amo il momento il cui sto per applicarla e ne inspiro a pieni polmoni il profumo, immergendo il viso nei palmi delle mani messe a coppa. Se ti risulta troppo ricca, si può toglierne l’eccesso dal viso con una velina.

Da usare ovunque la pelle sia secca, danneggiata o richieda un’azione speciale dopo una giornata al freddo e al gelo. Ottima anche per gomiti secchi e screpolati.